Da n.1 – magg 79

Il management scolastico: un approccio psicosociale per dirigere la scuola

Una riqualificazione e quindi una migliore utilizzazione delle risorse direttive č sempre pił sentita dai responsabili del nostro sistema scolastico. Il dirigente nella scuola (preside o direttore didattico) si trova a dover svolgere essenzialmente mansioni di tipo burocratico-amministrativo, che rendono frustrante questo ruolo e che limitano l’espressione di un ricco potenziale di competenze ed esperienze. L’approccio psicosociale che Arips propone  per la rivalutazione del ruolo dirigenziale nella scuola, utilizza le teorie e le tecniche sviluppate dalla psicologia organizzativa, dalla psicologia dei piccoli gruppi e dalla psicologia della formazione.

Si tratta di tecniche gią collaudate in Italia e all’estero  per le funzioni direttive di sistemi complessi e di organizzazioni in cambiamento. Nell’ottica psicosociale il dirigente scolastico trova un ruolo attivo in numerose funzioni cruciali per l’organizzazione: dalla programmazione alla partecipazione collegiale, dalla progettazione al cambiamento organizzativo, dai sistemi di verifica e valutazione ai processi di formazione permanente  di tutti i membri dell’organizzazione (personale docente e non docente). In questa concezione il dirigente scolastico cessa di limitarsi a rispondere all’emergenza quotidiana ma assume un ruolo manageriale attivo, moderno e proiettato nel futuro. Un ruolo pił rispondente alle esigenze della scuola italiana oggi, ma anche pił coerente con le giuste aspettative di qualificazione e soddisfazione professionale. L’Arips propone a presidi e direttori didattici interessati a questo tipo di  approccio un seminario strutturato in comunicazioni, discussioni teoriche ed esercitazioni attive dei partecipanti.

Il seminario si terrą il 4 e 5 giugno 1979 e sarą condotto dalla dott.ssa L.Carcano e dal dott. G.Contessa